• Paolo Arrigoni

Immigrazione: a Pesaro-Urbino pioggia di milioni per l’accoglienza. Il 1 febbraio la Lega a Fano




La Prefettura di Pesaro-Urbino ha indetto una gara pubblica, che scadrà il 1 aprile, avente come oggetto i servizi di accoglienza per una stima di 1455 presunti profughi da collocare sul territorio della provincia. La cooperativa o, per meglio dire, il “cartello” di cooperative che vincerà il bando si vedrà destinare almeno 14 milioni di euro, che potranno aumentare in base agli arrivi! Si tratta di un vero e proprio schiaffo per i 5 milioni di italiani in povertà assoluta e completamente dimenticati dal PD e da un Governo intento esclusivamente a favorire il sistema gestito dalle cooperative amiche.

Mi preme ricordare che l’assoluta maggioranza di coloro che fanno richiesta d’asilo è composta da migranti economici, dunque clandestini! Queste persone, grazie ai bandi come quelli emessi dalla Prefettura di Pesaro-Urbino, ottengono tramite le cooperative benefit di ogni genere: colazione, pranzo, cena, tessera telefonica, Wi-Fi, mediatori culturali al loro servizio e persino un parrucchiere personale!

Rispetto all’anno scorso la Prefettura si aspetta almeno 200 migranti in più, numeri che come sempre accade si riveleranno sottostimati.

Anche perché l’analisi dei dati nazionali evidenzia un preoccupante peggioramento dell’inefficienza dello Stato nell’esame delle richieste di asilo: mentre nel 2016 le richieste esaminate sono state 91.102, lo scorso anno sono precipitate a 77.562. Com’è giustificabile un calo del 15% a fronte dei proclami del ministro Minniti, che con un decreto dello scorso aprile si proponeva di ridurre i tempi, vergognosi, che in Italia sono di ben due anni per la valutazione delle richieste d’asilo?

Per fare chiarezza su questa fallimentare gestione delle politiche migratorie, la Lega della provincia di Pesaro-Urbino organizza a Fano un incontro che si svolgerà giovedì 1 febbraio, alle ore 18, presso il Tag Hotel di via Einaudi. In quell’occasione saranno anche presentati i candidati della Lega nelle Marche per le elezioni politiche del 4 marzo.

L’invito è rivolto a tutti i cittadini che sentono il bisogno di maggiore legalità e sicurezza, e che vorrebbero uno Stato che controlli i suoi confini e metta un freno all’immigrazione incontrollata.

13 visualizzazioni

© 2018 Paolo Arrigoni

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle
  • Instagram - White Circle